20 giugno 2022

Occhi secchi e stanchi, ci vuole la giusta idratazione

Sapere come comportarsi quando abbiamo gli occhi secchi ed irritati risulta una cosa fondamentale per la salute dei nostri occhi. Innanzitutto bisogna conoscere a fondo questo problema, riconoscerne i sintomi e le cause per poi agire con la giusta cura e prevenzione. Al mondo ci sono milioni di persone affette dalla sindrome dell'occhio secco, spesso il problema risulta più frequente dopo i quarant'anni.

Quali sono i sintomi? Come si manifesta?

I sintomi della sidrome dell'occhio secco sono: bruciore agli occhi, prurito, arrossamento, vista offuscata, la tipica percezione di avere della sabbiolina negli occhi. In alcuni casi questo disturbo si manifesta con eccessiva lacrimazione, ma in questi casi le lacrime non idratano sufficientemente l'occhio causando un maggiore** trauma causato dall'apertura e chiusura continua** delle palpebre (il liquido lacrimale risulta acquoso e povero di componenti mucose e quindi evapora facilmente in breve tempo lasciando così la cornea non protetta dagli agenti esterni). Ogni sintomo appena elencato aumenta in luoghi ventosi o secchi o dove è presente l'aria condizionata o riscaldamento.

Questo disturbo si mostra con occhi secchi e irritati spesso causati da una scarsa lacrimazione (ipolacrimia). In caso di un disturbo lieve, esso scompare in poco tempo, circa un paio d'ore, ma nei casi più severi, la secchezza oculare se non trattata potrebbe degenerare in patologie oculari più serie.

Quali sono le cause degli occhi secchi ed irritati?

La causa principale della sindrome dell'occhio secco è la scarsa produzione di lacrime o comunque l'assenza di un buon drenaggio attraverso il canale lacrimale. Le lacrime e un loro buon drenaggio, svolgono un ruolo fondamentale, infatti le lacrime lubrificano l'occhio permettendo una continua idratazione di tutta la superficie oculare, inoltre, ogni volta che si chiudono ed aprono le palpebre il liquido lacrimale si distribuisce su tutta la superficie.

Le cause sono di varia natura, ad esempio, tra le più frequenti troviamo: l'esposizione alla polvere, al fumo, alla luce intensa, l'utilizzo eccessivo del pc e tv, cambiamenti ormonali (come menopausa, allattamento e gravidanza), malattie autoimmuni (es: artrite reumatoide), carenza di vitamina A, uso di lenti a contatto, reazioni allergiche ed effetti collaterali associati a farmaci (ad esempio la pillola anticoncezionale, antidepressivi, antistaminici, etc..)

Come ridurre i sintomi dell'occhio secco ed irritato?

Vediamo ora come alcuni gesti possano sia curare che prevenire l'irritazione e secchezza oculare. Innanzitutto ci sono gesti quotidiani in grado di limitare significatamente i sintomi di questa patologia come ad esempio, aumentare l'umidità dell'aria di casa, in questo modo viene rallentato il processo di evaporazione della lacrima mantenendo più allungo l'idratazione della superficie oculare. Altro consiglio è ridurre la polvere, bisognerebbe evitare l'esposizione eccessiva alla polvere che è in grado di aggravare la secchezza oculare. Un altro fattore scatenante la secchezza oculare è il vento, esso infatti è in grado di asciugare lo strato acquoso che idrata l'occhio, è importante quindi proteggere gli occhi dal forte vento indossando occhiali da sole o evitare l'esposizione diretta dei ventilatori.

La secchezza oculare si manifesta maggiormente quando si passa molto tempo davanti al pc o alla tv, occorre ogni tanto prendere delle pause e far riposare gli occhi. Fondamentale risulta anche dormire almeno otto ore al giorno. Un'integrazione di **Omega 3 **(integratori, pesce, verdura e frutta secca) è in grado di migliorare la produzione delle ghiandole lacrimali.

Come ultimo consiglio, ma non meno importante, bisogna idratare gli occhi, sia dall'interno (bevendo molta acqua) che dall'esterno (utilizzando un collirio specifico) farmafuturo vi consiglia https://www.farmafuturo.it/tag/COLLIRIO


Ultimi articoli

08 agosto 2022

Colesterolo alto? consigli utili e qualche rimedio

Misurare regolarmente il colesterolo è il primo passo per vincere la guerra. **Conosciamo meglio il nemico delle nostre arterie per scoprire come prevenirlo, e se necessario, come ridurlo ai valori...

04 agosto 2022

Integratori di sali minerali: cosa sono e perché è importante assumerli

I sali minerali sono dei composti inorganici che contengono alcuni micronutrienti fondamentali per la salute del nostro organismo. Essi rappresentano solo una parte limitata del corpo umano, il...

13 luglio 2022

Mal di schiena? alcuni esercizi pratici per combattere il dolore

Il mal di schiena è un disturbo che colpisce dal 60% all’80% degli adulti e la cui origine si può ricondurre a molteplici cause: dalla** postura scorretta** mantenuta per lungo tempo, al sovrappeso e a uno...